martedì, Maggio 28

“Gin Brulé”, il gin di Natale di Federico Bellanca

Il gin di Natale. Una collaborazione tra le migliori penne del giornalismo italiano e The Gin Way

Federico Bellanca, nota penna del Gambero Rosso e di altre rinomate testate F&B italiane ed internazionali, firma un Gin di Natale in collaborazione con The Gin Way, la prima gin box italiana.

The Gin Way ha creato, su misura per Federico Bellanca, N.32 Lo Spirito del Natale.  Una bottiglia Limited Edition di Gin introvabile, il “Gin Brulé” ispirato alla bevanda tipica del Natale, il Vin Brulé.

Federico Bellanca, giornalista
Federico Bellanca

Gin + Brulé: il gin del Natale

Lo spirito del Natale condensato in un gin: il Gin Brulé nato dall’idea di utilizzare botaniche tradizionali del vin brulé, che caratterizzano appunto la tipica bevanda calda invernale. Ginepro, cannella, chiodi di garofano e arancia, invece di essere immersi nel vino sono stati messi in infusione nel gin. L’aggiunta di pochissime gocce di vino conferisce al gin un leggero colore rosso tipico della bevanda invernale.

La box THEGINWAY

Un clic su The Gin Way per acquistare l’originale gin

Una bottiglia esclusiva, unica disponibile solo sul sito di The Gin Way, che ha visto anche la collaborazione di Alfredo Del Bene, giovane illustratore italiano, che ha realizzato un’etichetta che richiama lo spirito delle feste. Un pattern reticolato di color oro e rosso che rimanda al mondo della miscelazione nelle decorazioni, dallo stile art déco, che compongono il progetto artistico. 

Gin Brulè
Gin Brulè

Federico Bellanca ha voluto coinvolgere anche sei chef di rinomati ristoranti stellati italiani che hanno utilizzato il Gin Bruè proprio come ingrediente nella loro cucina. 

Gli chef hanno realizzato, quindi, una ricetta raccontando in un piatto i sentori del gin ispirato al Vin Brulè quindi mandorla, spezie, cannella, chiodi di garofano, anice stellato, cardamomo, arancia candita, zenzero, noce moscata, mandorle e uva passa.

Dessert firmato Assonica

Alex e Vittorio Manzoni di Osteria degli Assonica, Sorisole – Bergamo con SPUMA AL BIN BRULE’ E MANDORLA, GELATO AL GINEPRO E AGRUMI   

Simone Breda di Sedicesimo Secolo, Orzinuovi – Brescia con STORIONE, FRANCIACORTA, BIETA, CAVIALE E GIN  

Stelios Sakalis di Il Pievano, Castello di Spaltenna, Gaiole in Chianti – Siena con MY NAME IS GIN…BLUE GIN!   

Emanuele Petrosino di Bianca sul Lago, Bianca Relais, Oggiono con OMBRINA MARINATA

Roberto Proto di Il Saraceno di Cavernago, Cavernago – Bergamo  con SFERA DI GAMBERO ROSSO, BURRATA, CAVIALE DI ACCIUGHE E SALSA PIZZAIOLA

Sfera con gambero saraceno

Tutte le ricette sono raccontate sul magazine “Gintastico” di The Gin Way.
Idee su come utilizzare in cucina, in ricette “stellate”, questo esclusivo Gin Brulé.