domenica, Febbraio 25

A Trepuzzi, l’Hotel Castle Elvira coniuga lusso e arte nell’accoglienza

Un edificio storico nel cuore del Salento diventa un hotel di lusso che racconta una storia d’amore senza fine

Sin dall’antichità, la città di Trepuzzi venne narrata nei versi di grandi intellettuali come Aristotele, Erodoto e Tolomeo; subì le autorevolezze dei suoi invasori (Romani, Goti, Greci, Longobardi e Normanni) per poi essere influenzata dai loro usi e costumi. La città di Tripudium di cui si ha traccia documentale già nel 1190 con l’incoronazione di re Tancredi conte di Lecce, che donò al Vescovo del capoluogo salentino alcuni luoghi assegnandogli, per diocesi, tutti i Casali del suo contado tra i quali Trepuzze. Anche i Borboni, regnanti di Napoli, si insinuarono in lungo e in largo nella penisola salentina offrendo, pertanto, ottima visibilità al territorio. Così, una coppia benestante di Napoli costruirono un bellissimo castello in Puglia (oggi Hotel di lusso Castle Elvira), proprio a Trepuzzi, dandogli nome alla loro unica figlia.

La tragica storia di Elvira, la fanciulla a cui venne dedicato il Castello di Trepuzzi, oggi diventato hotel di lusso

Si racconta che il castello fu fatto costruire come dono alla figlia in occasione del suo 17esimo compleanno. Questo atto d’amore nei confronti dell’erede, portò Elvira ad organizzare un banchetto in onore dei genitori che si rivelò, però, fatale. La fanciulla, infatti, raccolse dei funghi selvatici velenosi spuntati nel terreno circostante al castello che ella confuse per pregiati porcini.

Il dolore per la morte della figlia portò madre e padre alla decisione più ovvia: lasciare la città. Il castello rimase in totale abbandono per circa 100 anni per poi essere restaurato e riconvertito in hotel di lusso. Dal 2018, questo edificio costruito all’inizio del XX secolo e che gode di vigorosi giardini e di ben 37 acri di terreno ripartiti tra uliveti e agrumeti, ha ripreso a risplendere grazie all’imprenditore inglese Steven Riseley, che lo ha rilevato.

La struttura

L’interno della struttura del Castello Elvira di Trepuzzi, che si erge su quattro piani, accoglie sei suite deluxe che conservano l’impianto strutturale di un tempo; ogni camera gode di una splendida vista sul parco.

Dettagli di un bagno

L’area dei saloni enfilade (infilata di stanze) situata al piano terra accolgono splendidi arredi risalenti al Novecento come il vecchio pianoforte a coda Beckstein del 1902. I clienti, inoltre, potranno godere di un accogliente cinema privato situato al piano seminterrato e della terrazza sul tetto per un aperitivo con vista panoramica sull’aperta campagna.

pianoforte a coda Beckstein del 1902

Merita menzione, infine, la Elvira Tower, la torre fatta edificare a pochi metri dal Castello che offre ben quattro suite con giardini privati e piscina riscaldata di 40 mq.

All’interno dell’hotel di lusso di Trepuzzi, Castello Elvira, la cucina guidata dagli chef salentini Marino e Fabiana propone pietanze tipiche della tradizione salentina, cucinate con ingredienti stagionali di provenienza locale.

La cucina tipica salentina rivisitata dagli chef Marino e Fabiana

Hotel Castle Elvira di Trepuzzi: Total Experience

Arte e accoglienza sono le chiavi di un successo in continua ascesa. Castello Elvira offre una serie di esperienze tra cui: corsi di pasta, serate di pizza e prosecco, un esclusivo bar aperto al pubblico sulle terrazze della struttura, degustazioni di vini, area benessere, lezioni di disegno e aree jogging.

Foto di copertina Perfect Hideaways