martedì, Maggio 28

Haider Ackermann in Canada Goose. In arrivo la prima felpa eco

Moda sostenibile: una felpa per la tutela degli orsi polari. Testimonial, l’attivista Jane Fonda

La sostenibilità è un impegno che la moda ha sottoscritto con il fashion pact nel 2019; da allora, l’obbligo di produrre eco, tenendo conto dell’esigenze del pianeta Terra e di chi lo abita, è sempre più percepito dai singoli marchi. Haider Ackermann, nuovo direttore creativo di Canada Goose, ha realizzato una felpa che tutela l’incolumità degli orsi polari. E volto d’eccezione, niente di meno, è l’attrice e attivista Jane Fonda.

Dopo sessantasette anni di attività come brand impegnato nella produzione di abbigliamento tecnico per sport estremi, Canada Goose firma un importante contratto con Haider Ackermann, designandolo primo direttore creativo della sua storia. Una carriera, quella dello stilista colombiano, spesso associato a marchi internazionali come Dior (posizione da lui rifiutata nel 2009 con il post Galliano) e Chanel, ottenendo la stima di Karl Lagerfeld che lo designò come suo degno successore alla direzione creativa del marchio della doppia C prima che Virginie Viard ne prendesse le redini.

Ciò che mi ha attratto verso Canada Goose è la sua reputazione autentica e la spinta a rimanere fedele al suo scopo. L’impatto che il marchio ha avuto sul mondo che ci circonda è significativo e fonte di ispirazione”, afferma Ackermann in una nota ufficiale.

Jane Fona e Haider Hackermann

Edizione limitata. Supporto di lunga data. Ecco come prende forma il debutto in Canada Goose di Haider Ackermann

La prima capsule collection stagionale di Haider Ackermann sarà lanciata nell’autunno/inverno 2024. Protagonista è l’orso polare che popola l’Artico, simbolo del cambiamento climatico. Il ricavato della felpa sarà devoluto completamente alla PBI per finanziare la ricerca vitale, strategie di conservazione innovative e l’educazione della comunità sull’importanza di proteggere l’Artico. La loro sopravvivenza è strettamente legata alla salute dell’intero ecosistema artico e, per estensione, al benessere di tutti noi. Polar Bears International è in prima linea negli sforzi per studiare, comprendere e proteggere questi magnifici esseri e il loro habitat.

Mi considero uno studioso dell’ambiente e il mio viaggio a Churchill ha acceso il fuoco per fare di più ed essere di più“, ha detto Haider. “La mia speranza è che, unendoci alla straordinaria sostenitrice del clima Jane Fonda, possiamo aiutare a spingere le persone ad agire – e a farlo ora”.